Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.

razionalismo

Primato della ragione. Si può intendere in almeno tre sensi:

/sui sensicioè innatismonegazione della dipendenza dall'esperienza sensibile: il pensiero ò autonomo dai sensi, ha gà in sè i principali contenuti conoscitivi.
È l'impostazione tra gli altri di Cartesio, Spinoza, Leibniz.
primato della ragione-sulla volontàcioè intellettualismola volontà non ha potere di orientamento sull'intelligenza, si limita a seguire quanto la conoscenza razionale detta.
Celebre l'intellettualismo di Socrate, ma in genere tutto il pensiero greco accettò questa impostazione, superata solo dal Cristianesimo, per il quale conta soprattutto il "cuore", come centro dell'io, e come libertà di scelta.
\sulla fedecioè razionalismo in senso strettoconseguente negazione, o almeno riduzione, del Mistero