Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.

storia contemporanea

L'età contemporanea è sotto il segno dell'antropocentrismo, che fiorisce in Occidente sulla scorta delle filosofie panteistiche, in particolare di Hegel, Marx, Nietzsche, allorché l'umanità pretese di essere Dio e di poter averNe la conoscenza e il potere: la storia veniva vista come un inesorabile Progresso verso la piena coscienza della Divinità dell'Uomo, che avrebbe così instaurato una sorta di paradiso sulla terra, una Società perfetta, che avrebbe sradicato totalmente e definitivamente il Male.

I totalitarismi del '900 costituiscono l'attuazione pratica di tale pretesa di sostituire l'uomo a Dio, rivendicando per la soggettività umana il potere di una riplasmazione radicale di sé e del mondo.

In questo senso esiste una profonda parentela tra i totalitarismi di destra (fascismo e nazismo) e il comunismo, forno crematorioesso pure totalitarismo: li accomuna un radicale ateismo, o meglio antiteismo, e il sogno di una società perfetta, luogo della celebrazione della autodivinizzazione dell'Uomo.

Ma il '900 ha dimostrato quanto negare Dio e pretendere di sostituire l'uomo a Dio significhi distruggere l'uomo. L'uomo ha preteso di essere Dio, e così facendo si è autodistrutto: le due guerre mondiali (si può vedere la scheda sulla seconda), e, più ancora, i lager nazisti e i gulag comunisti sono la più evidente prova della disumanità del progetto totalitario di autodivinizzazione dell'Uomo.

Certo, non sono mancati anche molti fenomeni positivi: ricordiamo ad esempio la prima e la seconda rivoluzione industriale o il progresso della coscienza civile, di cui è documento la Costituzione italiana.

e ora?

Eppure non si sta verificando un ritorno alla fede, ma al contrario l'uomo (il tipo d'uomo prevalente almeno) ritiene che non potendo lui essere tutto, nulla sia: il nichilismo, capricciosa ideologia di fine millennio, avanza a grandi passi. Un nichilismo che si erge con protervia contro l'essere. Che all'essere preferisce il virtuale (è stato teorizzato da E. Zolla, qualche tempo fa: la realtà virtuale deve prevalere su quella reale, quotidiana, è lei il vero paradiso), il sogno, la fantasia (si veda il prevalere del cielo come immagine fortunata, vedi Windows), l'avvento di una New Age tanto bella quanto irreale.

Avanza in un certo senso, grazie all'immigrazione in Europa, l'Islam, ma è ormai più disperata bandiera di ribellione politica che fede in un Mistero trascendente, in un Dio a cui si possa dire "TU"; ed è come simbolo di disperato sputo sull'essere che da qualche europeo viene abbracciato, più in odio a Cristo che per amore ad Allah.

Eppure non sarebbe giusto dipingere questo inizio Millennio a tinte fosche: l'umanità è comunque più attrezzata a riconoscere il suo stato di bisogno. È pronta a capire che la tecnologia non risolverà tutto, e che i sogni non fanno guadagnare nulla di buono. Non a caso questa condizione di domanda tende a rendere molti uomini e donne di inizio Millennio più attenti a chi ripropone in modo genuino quello che ancora oggi si presenta come la sola risposta capace di appagare il cuore dell'uomo, fatto per la felicità. Basta vedere quanta gente si è mossa e si muove per il Papa, Giovanni Paolo II, per Madre Teresa, per i Movimenti ecclesiali, per chi insomma ripropone il Cristianesimo non come orpello accessorio, ma come centro e cuore di tutta la vita, capace di trasformarla radicalmente.

verso una nuova cristianità

Probabilmente si prepara una nuova civiltà della verità e dell'amore, una nuova civiltà cristiana, come già preannunciava Maritain; certo, non più una civiltà "sacrale", con una unità stretta tra fede e società, ma una civiltà ispirata alla Verità e capace al contempo di pluralismo e tolleranza: la Verità non imposta dallo Stato, ma abbracciata dalla maggior parte della società. E' a questo che ci invita a guardare anche quel fenomeno unico che sono state e sono le apparizioni mariane, in particolare le ultime, quelle di Medjugorje.

attraverso il fuoco del sacrificio e della prova

Le quali appunto avvertono però che prima di sboccare in questa nuova stagione di pace e di verità (sia pur relativa e pur sempre attraversata dal male, per l'ineliminabile libertà dell'uomo), bisognerà passare attraverso una fase drammatica, che sembra essere iniziata con l'11 settembre 2001.

Questo dunque è il panorama attuale:

una domanda fattasi sempre più acuta, per il fallimento di false risposte e fondamentalmente due risposte:

schede per l'esame di stato

Inoltre proponiamo che delle schede, utili a chi studia, sull'Italia nella Prima Repubblica e sul mondo dopo la seconda guerra mondiale

solidarietà ai cristiani perseguitati

Asia Bibi, una donna pakistana, rischia la condanna a morte per non essersi convertita all'Islam:
informazioni su Asia News.

Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.

f Condividi

Per condividere su Facebook questa pagina puoi copiarne l'indirizzo dalla barra degli indirizzi (la trovi in alto) e incollarlo sulla tua pagina facebook. In questo modo evitiamo di installare cookies sul tuo dispositivo, venendo incontro alle disposizioni legislative di recente introdotte.

seguici: f Blogger You Tube t

sostienici



Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons:
Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia
.

Gruppo Cultura nuova:
cultura nuova - cultura cristiana - filosofico.org - cara Belta' - eTexts - mydigitalia - mondo oggi

w3c XHTML | w3c CSS | cookies | privacy.

Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.