catena di montaggio

il mondo nell'Ottocento

l'inebriante, crescente potere dell'uomo

Introduzione

L'Ottocento vede una mai vista crescita del potere dell'uomo sulla realtà materiale: scienza e tecnologia danno all'umanità (si vedano la prima e la seconda rivoluzione industriale), un crescente dominio sulla natura.

Un effetto negativo che si può collegare a questa sorta di ebrezza fu la nascita di filosofie che teorizzano una sorta di divinità dell'uomo (non certo come singolo individuo, ma come collettività). Tra di esse si possono ricordare quella di Hegel, di Marx, di Comte. Questo sarà foriero, nel Novecento, di disastrosi progetti.

Tuttavia non mancano nell'Ottocento anche fenomeni positivi, come il crescente affermarsi della democrazia e del suffragio universale: se ne parla nella pagina sulla società di massa.